365 giorni su 365

Se c’è un posto da cui mi piace evadere, è proprio casa mia. Col termine evadere non intendo un allontanamento permanente, ma temporaneo di qualche minuto od ora. Un momento in cui la mia quotidianità viene separata da me, e gli impegni, i doveri di tutti i giorni, sembrano così lontani simili ad una terra sconosciuta e tutt’intorno si placa.

Silenzio.

Una quiete che appare, ti avvolge e ti fa sentire leggera. Sia chiaro che con quiete non intendo affatto la calma dopo la tempesta, come potrebbe essere la cena di parenti che sembra non finir mai, o una storia d’amore pressante.

No.

Intendo semplicemente il solo ed unico momento in cui tutto scompare, in cui tu cominci a respirare, in cui il mondo visto a 360 gradi sembra infinito e immenso e ti rendi conto di come noi, siamo delle formiche in confronto all’universo stesso, e il sole, gli alberi e le montagne, il vento, il mare, il cielo e la fauna, assumono tutto un altro sapore.

Questo è il mio concetto di evasione.

Ed è presente sempre, 365 giorni su 365.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...