Stabilità

Un filo sospeso

tra due lembi

un lungo corridoio

così profondo

buio

che solo tastando le pareti

ti appare

vero

reale.

In fondo

l’altra sponda

piena di dubbi

di domande

un vetro così appannato

così poco chiaro

dal quale non puoi scorgere

la benché minima

realtà.

Ma ti attrae

come un magnete

così forte

che prendi la rincorsa

e lo percorri

tra equilibri spezzati

tra le incertezze

un filo lungo

spesso

sul filo del rasoio

e tu

in bilico

cercando la tua armonia.

È un attimo.

Tutto tace.

Sei arrivato al capolinea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...